Regione Lombardia

AUA - Autorizzazione Unica Ambientale

Ultima modifica 27 giugno 2018

Il 13 giugno 2013 è entrato in vigore il D.P.R. n. 59/2013 che costituisce il Regolamento recante la disciplina dell’Autorizzazione Unica Ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale, a norma dell’art. 23 del D.L. 9 febbraio 2012, n. 5 convertito, con modificazioni, dalla Legge 4 aprile 2012 n. 35”.

Tale Autorizzazione Unica Ambientale (AUA), sostituisce i seguenti titoli autorizzativi in materia ambientale:

a) Autorizzazione agli scarichi di cui al Capo II del Titolo IV della Sezione II della Parte Terza del D.Lgs n. 152/2006 e s.m.i. e, in particolare:

  1. Autorizzazione agli scarichi in acque superficiali, sul suolo e nei primi strati del sottosuolo di acque reflue civili e industriali, acque meteoriche, acque di lavaggio di aree esterne;
  2. autorizzazione agli scarichi in pubblica fognatura di acque reflue industriali, acque di prima pioggia, acque di lavaggio di aree esterne;

b) Comunicazione preventiva (articolo 112 del D.Lgs n. 152/2006 e s.m.i.) per l'utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste;

c) Autorizzazione alle emissioni in atmosfera in procedura ordinaria (articolo 269 del D.Lgs n. 152/2006 e s.m.i.);

d) Domanda di adesione all’autorizzazione in via generale alle emissioni in atmosfera – AVG (articolo 272 del D.Lgs n. 152/2006 e s.m.i.);

e) Comunicazione o Nulla Osta in materia di impatto acustico (articolo 8, commi 4 e 6 della legge 26 ottobre 1995, n. 447;

f) Autorizzazione all'utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura (articolo 9 del D.Lgs 27 gennaio 1992, n. 99);

g) Comunicazione per l'esercizio in procedura semplificata di operazioni di autosmaltimento di rifiuti non pericolosi (articolo 215 del D.Lgs n. 152/2006 e s.m.i.) e di recupero di rifiuti, pericolosi e non pericolosi (articolo 216 del D.Lgs n. 152/2006 e s.m.i.).

La categoria delle piccole e medie imprese (nel seguito, PMI) è costituita da imprese che hanno meno di 250 occupati e un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di Euro oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 43 milioni di Euro, come stabilito dal D.M. 19470 del 18 aprile 2005.

Le richieste di AUA dovranno essere inoltrate al SUAP del Comune di Voghera, mediante il Portale telematico Impresaiuungiorno.

Il SUAP, provvederà ad inoltrare le stesse all’Autorità competente (la Provincia di Pavia) e agli altri Enti competenti in materia (ATO, ARPA, ATS, Ufficio ambientale del comune).

Alla fine dell’istruttoria l’Autorità competente rilascerà l’AUA ed il SUAP provvederà a notificarla al richiedente.

Per maggiori istruzioni e ragguagli consultare il portale provinciale link esterno - provincia di pavia


Tariffario Regionale AUA

È stato pubblicato il Tariffario Regionale AUA, che si applica dal 1° ottobre 2015 solo ai procedimenti di rilascio, modifica, rinnovo o voltura delle AUA, di cui al DPR n. 59 del 2013. Vai al Portale Regione Lombardia link esterno - regione lombardia

Tariffario Regioanle DGR n.3827/2004


Accesso a SUAP

Modalità di accesso al Portale SUAP