Regione Lombardia

PAVIA ACQUE: avviso cittadinanza per la corretta applicazione degli scaglioni di consumo e della quota di tariffa agevolata

Pubblicato il 8 febbraio 2019 • Dal Sito

Su disposizione dell’Autorità di Regolazione (ARERA) si sta modificando la tariffazione del servizio idrico con l’inserimento di scaglioni di consumo che prevedono, per le UTENZE DOMESTICHE RESIDENTI, un’agevolazione dei consumi più bassi, con una tariffa scontata del 20% e tariffe crescenti al crescere del consumo annuo per persona. Gli scaglioni di consumo sono determinati in base alle persone fisiche (i componenti del nucleo familiare risultanti all’anagrafe comunale) che sono servite da ciascuna utenza domestica residente. Al fine di consentire la corretta applicazione della tariffa è necessario comunicare a Pavia Acque il numero di persone componenti del nucleo familiare servite da ogni utenza.

L’inserimento del dato sul numero dei componenti il nucleo familiare è a cura del singolo utente, che può accedere alla pagina dedicata del sito  <http://www.paviaacque/Area> www.paviaacque/Area Utenti/Dati per scaglioni e fatturazione elettronica, mediante il proprio codice cliente  e codice servizio.
In alternativa, e in particolare nel caso di utenze non correttamente intestate, l’utente può compilare il modulo allegato e farlo avere a Pavia Acque tramite uno dei canali indicati (e-mail, fax, consegna allo sportello). Pavia Acque è disposizione per qualunque chiarimento al numero verde 800.193.850.

 

APPLICAZIONE SCAGLIONI ALLE UTENZE CONDOMINIALI
In riferimento all’articolazione tariffaria a scaglioni, la cui approvazione finale è prevista per il 14 febbraio da parte dell’Amministrazione Provinciale, si precisa che per quanto riguarda le utenze condominiali, cioè inserite all’interno di condomini dotati di contatore centralizzato, non è necessario effettuare alcuna comunicazione a Pavia Acque sul numero di residenti componenti il nucleo familiare. Il conguaglio riferito ai consumi 2018 sarà effettuato da Pavia Acque sulla base del dato standard previsto dall’ARERA, pari a 3 residenti per unità immobiliare.
Per le utenze condominiali, Pavia Acque dovrà provvedere a:

1) censire le diverse tipologie d’utenza indirette sottostanti all’utenza condominiale (domestico residenti; domestico non residenti; commerciale artigianale e servizi)

2) acquisire, sia mediante il coinvolgimento degli amministratori del condominio, sia direttamente dall’anagrafe comunale, il dato puntuale dei residenti delle diverse unità immobiliari condominiali classificate come domestico residenti.

A questo fine si prevede, nelle prossime settimane, l’organizzazione di un incontro con le associazioni rappresentative degli amministratori di condominio, al fine di concordare le modalità di acquisizione dei dati.

MODULO PAVIA ACQUE

Allegato 19.00 KB formato docx
Scarica