Regione Lombardia

Parte la campagna per la lotta alle zanzare

Pubblicato il 19 aprile 2019 • Ambiente

VOGHERA. L’Assessorato all’Ambiente avvia la campagna per la lotta biologica e integrata alle zanzare, per la prevenzione e la diffusione nel territorio comunale per l’anno 2019. Anche per l’anno 2019 verranno eseguiti sull’area cittadina e sul territorio comunale i trattamenti preventivi contro le zanzare (soprattutto tigre) sia con interventi larvicidi che adulticidi.

Le linee del piano di quest’anno costituiscono una naturale prosecuzione del lavoro svolto dai tecnici dell’ASM Voghera s.p.a.da alcuni anni tra i mesi di aprile e ottobre contro la zanzara tigre (individuati numerosi focolai su tutte le aree trattate) ed altri culicidi (culex pipiens e ochlerotatus genicolatus) infestanti il nostro territorio comunale. Si ritiene, visti i risultati degli anni passati raggiunti di riproporre le linee programmatiche del Piano 2018 anche per l’anno 2019, stilato da ASM Voghera SPA, in collaborazione con la Dr.ssa Luciana Rigardo (Biologa) per le operazioni di prevenzione contro le zanzare, migliorando ed intensificando le operazioni e le metodologie utilizzate nel 2018, sempre con l’utilizzo di prodotti biologici, trappole per ovodeposizione e per individui adulti, che avranno inizio il 26 Aprile 2019 e da eseguirsi fino al mese di Settembre 2019 del corrente anno.

Quest’anno saranno utilizzati anche alcuni prodotti di ultima generazione, la biologa Luciana Rigardo coordinerà le operazioni del Piano antizanzare 2019. Nelle linee programmatiche del Piano si prevede un’ulteriore incremento della parte informativa che avrà come asse portante l’ordinanza del Sindaco Dott. Carlo Barbieri n. 23 del 14/03/2019 che viene distribuita in copia e la diffusione di volantini informativi da parte del Comune di Voghera, con tutte le informazioni e prescrizioni alla cittadinanza per una efficace lotta alla diffusione delle zanzare.

Sarà attivato un servizio specifico con gli Ispettori Ambientali dell’Ufficio Ecologia che contatteranno direttamente sia i cittadini ed i titolari di attività lavorative la cui collocazione di aree verdi, giardini o tipologia di attività (come indicato nella ordinanza sopra citata) possano essere siti di potenziale formazione e/o incremento di focolai delle zanzare e per i quali si debbano adottare particolari cautele.