Coronavirus: chiarimenti relativi all’applicazione dell’Ordinanza del Ministero della Salute di intesa con il Presidente di Regione Lombardia del 23 febbraio

Pubblicato il 24 febbraio 2020 • Comune , COVID-19

Le ordinanze congiunte di Regione Lombardia e Ministero della Salute contengono i provvedimenti presi nell’ottica di garantire il normale svolgimento della vita quotidiana e le misure più cautelative per ridurre il contatto tra le persone.
Ad integrazione e chiarimento di quanto disciplinato si specifica che fino a domenica 1 marzo le attività sottoposte a chiusura nel territorio di Voghera sono:

- asili nidi, servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado
- UniTre
- Centri di aggregazione per Anziani
- palestre, centri sportivi, piscine e centri natatori, centri benessere, centri termali, biblioteca ed emeroteca, archivio storico, musei e cinema
- Bar e locali notturni con qualsiasi intrattenimento al pubblico sono chiusi dalle ore 18.00 alle ore 6.00. È fatta eccezione per i bar all’interno di hotel che restano comunque aperti per garantire il servizio ai soli ospiti della struttura. Altresì i bar dei ristoranti restano attivi per il solo servizio di supporto alla ristorazione
- Eventi, riunioni e le attività ludico-sportive

I parenti dei pazienti ricoverati nelle case di riposo e Rsa devono attenersi alla regola di accesso alla struttura in numero non superiore ad 1 visitatore per paziente.
Per le cerimonie religiose, i matrimoni civili, le unioni civili non rinviabili è previsto lo svolgimento in forma privata e con un numero di partecipanti limitato.
Per i mercati rionali e comunali all’aperto sono previste le restrizioni indicate per i centri commerciali. Pertanto, i mercati comunali e rionali sono aperti dal lunedì al venerdì. Restano chiusi il sabato e la domenica ad eccezione dei commercianti che esercitano la vendita di generi alimentari.

La festa di Carnevale, in programma domenica 1 marzo, e la mostra mercato “Curiosità in via Emilia”, in programma sabato 29 febbraio, sono state sospese.
Si raccomanda la cittadinanza di recarsi presso uffici e sportelli comunali per esigenze inderogabili. Contattare in caso di sintomi sospetti il numero verde unico regionale 800.89.45.45.

Per maggiori chiarimenti e informazioni: http://www.lombardianotizie.online/

In allegato i chiarimenti pubblicati da Regione Lombardia in merito all’Ordinanza del Ministero della Salute di intesa con il Presidente di Regione Lombardia del 23 febbraio.

Faq e chiarimenti Regione Lombardia
Allegato formato pdf
Scarica