Regione Lombardia

Accordo Esselunga e Comune per riapertura Teatro Sociale

Pubblicato il 18 dicembre 2015 • Comune

Per cause di forza maggiore mancava solo Bernardo Caprotti, storico patron di Esselunga. Per il resto, gli ingredienti di una giornata storica c'erano tutti. L'incontro nella sala consiliare del Municipio tra il Sindaco Carlo Barbieri e i vertici di Esselunga (rappresentati da Cesare Boiocchi, direttore del settore Sviluppo) ha sancito ufficialmente l'accordo fra Esselunga e Comune di Voghera. Due milioni di euro finiranno nelle casse comunali per essere destinati alla riapertura dello storico teatro Sociale, chiuso dal 1986, mentre ad Esselunga andrà l'utilizzo esclusivo del parcheggio posto di fronte al supermercato di viale Montebello.

A gennaio, alla presenza di Caprotti, ci sarà la firma ufficiale davanti al notaio.

All'incontro organizzato in sala consiliare, oltre al Sindaco ed ai vertici di Esselunga, erano presenti tutti gli assessori della Giunta Barbieri ed il management di Asm, rappresentato dal Presidente Sergio Bariani e dal Direttore Generale Stefano Bina, che ha giocato un ruolo fondamentale nell'acquisto degli ultimi palchi.

"La riapertura del teatro Sociale è uno dei principali punti del nostro programma elettorale - ha spiegato il sindaco Carlo Barbieri - L'accordo con Esselunga rappresenta un tassello fondamentale per concludere i lavori di restauro e procedere alla riapertura. E' un accordo storico per tutta la Città di Voghera".