Commedia Gelindo Teatro dei Padri Barnabiti

Pubblicato il 10 gennaio 2020 • Cultura Via Desiderio Beltrami, 27058 Voghera PV, Italia

Ritorna Gelindo, per il tredicesimo anno, alle ore 20,45 al Teatro dei Padri Barnabiti. La novità di quest’anno è l’aggiornamento del copione con Re Erode e i Magi. L’interpretazione è affidata alla Compagnia Amatoriale “Fuoridicopione”, che fa parte dell’Associazione “Pro Familia” Maria Teresa Spinelli in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Voghera.

Sulla trama del Padre cappuccino Giovanni Maria Tognazzi, viene mantenuto l’adattamento di Beppe Buzzi. La vicenda è fedele alla narrazione del vangelo sulla nascita di Gesù a Betlemme e Gelindo è il pastore o lo zampognaro che troviamo anche nel presepe con l’agnello sulle spalle e che, all’annuncio degli angeli, è il primo a recarsi con la sua famiglia alla grotta della natività per rendere omaggio al Divin Bambino.

I protagonisti della devota commedia sono Maria, madre di Gesù, impersonata da Noemi Agosti, Giuseppe (Lorenzo Gatto), Gelindo (Piero Ghia) con tutta la sua famiglia, in primis la moglie Alinda (Rita Levada) con Narciso (Francesco Crinò), quindi il cognato Medoro (Giordano Olezza), il famiglio Maffeo (Giorgio Gonella) e il giovane garzone Tirsi (Matteo Ghia Rovatti). Non mancano gli angeli, i re magi (Filippo Bassi e Charles Dieng), Re Erode (Lorenzo Rosa) e due soldati di Erode. La parte scenografica, in parte rinnovata, e le luci sono a cura di Claudio Secondi, Pierluigi Pensa e Michele Gonella. Il ricavato viene devoluto a opere caritatevoli e alle missioni. Quest’anno, secondo un appello del Vescovo Mons. Vittorio Viola, parte dei proventi verrà destinato ad aiutare il Centro Paolo VI di Casalnoceto. Per le prenotazioni dei biglietti, ci si può rivolgere al negozio “Il Bottone” via Emilia 139 da martedì a sabato in orari di apertura.